• Una compagnia dell'acqua olandese cessa i rapporti con la Mekorot seguendo i consigli del governo

    Comunicato del Comitato Nazionale Palestinese del BDS Il Comitato Nazionale Palestinese del BDS (BNC), la più ampia coalizione della società civile palestinese, applaude la Vitens, il più ampio fornitore di Read More
  • Un crescendo di boicottaggi sta conducendo Israele all’isolamento internazionale

    Attivisti e diplomatici occidentali stanno facendo fuoco contro gli insediamenti di Israele nei Territori palestinesi e, se i colloqui di pace fallissero, la pioggia di boicottaggi e sanzioni potrebbe trasformarsi Read More
  • Roger Waters sulla musica, il ruolo politico degli artisti ed il suo impegno per la Palestina

    La musica, il ruolo politico degli artisti ed il suo attivismo per la giustizia nel mondo, compresa la Palestina.  Frank Barat*: Quando hai preso la decisione di rendere così politico Read More
  • La conferenza sulla storia orale all’Università Ebraica a Gerusalemme subisce due forti colpi

    Comunicato della Campagna per il boicottaggio della Conferenza sulla storia orale all'Università Ebraica di Gerusalemme Siamo lieti di annunciare che la “Conferenza internazionale sulla storia orale” prevista per giugno 2014 e Read More
  • Al Haq: Fondati motivi per ritenere Pizzarotti & C. SpA responsabile di crimini di guerra

    L’organizzazione palestinese per i diritti umani Al Haq ha pubblicato un parere legale sul coinvolgimento della Pizzarotti & C. SpA nella costruzione del treno ad alta velocità Tel Aviv – Gerusalemme Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

BDS Italia

Per i palestinesi e le persone di coscienza in tutto il mondo il 2014 sarà ricordato come l'anno in cui Israele ha compiuto la sua più sanguinosa strage dei palestinesi nella Striscia di Gaza assediata.

Ma il 2014 è stato anche un anno di lotta che ha visto proseguire la resistenza, livelli senza precedenti di solidarietà internazionale con la Palestina e enormi passi in avanti per il movimento di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS).

Ecco la nostra rassegna di alcuni dei principali sviluppi del BDS nel 2014. Il Comitato Nazionale palestinese per il BDS (BNC), la coalizione di organizzazioni della società civile palestinese che si impegna a guidare e sostenere il movimento BDS, ringrazia vivamente ogni persona che ha sostenuto e contribuito al movimento quest'anno.

Se potete, vi chiediamo di fare una donazione per la nostra prima raccolta fondi. Ci aiuterà a produrre materiale e ricerche di cui il nostro movimento ha bisogno per avere un impatto ancora maggiore nel corso del 2015.

Gennaio - Scarlett Johansson aiuta a portare il BDS al centro dell’attenzione

2014-janL'anno si è aperto con una polemica internazionale sulla decisione della star di Hollywood Scarlett Johansson di diventare ambasciatrice del marchio per SodaStream, il produttore israeliano di macchine per l’acqua gasata che ha una fabbrica in un insediamento illegale israeliano.

La mossa ha attirato particolare attenzione perché la star di Lost in Translation era anche un’ambasciatrice di Oxfam, una ONG internazionale che condanna gli insediamenti illegali israeliani. Su Oxfam si è esercitata un’enorme pressione affinché scaricasse Johansson e criticasse pubblicamente la sua decisione.

Alla fine è stata Johansson a porre fine alla saga quando si è dimessa come rappresentante di Oxfam, ma non prima che le immagini circa il suo sostegno al regime di apartheid israeliano siano diventate fenomeni su internet e social media e che il movimento BDS abbia avuto livelli di attenzione senza precedenti da parte dei media internazionali. Il prezzo delle azioni di SodaStream ha subito il primo di tanti colpi.

Il gigante dei fondi pensione olandesi disinveste dalle banche israeliane
In una mossa che ha posto le basi per altri fondi europei a seguire l'esempio più avanti nel corso dell'anno, il fondo pensione olandese PGGM ha annunciato il disinvestimento di decine di milioni di euro da cinque delle più grandi banche di Israele a causa del loro profondo coinvolgimento nei crimini di Israele contro i palestinesi. Il fondo gestisce le pensioni di 2,5 milioni di persone.

Veolia perde un contratto da $ 4,5 miliardi a Boston
Gli attivisti a Boston hanno festeggiato dopo che la multinazionale francese Veolia ha perso un contratto da 4,5 miliardi di dollari a seguito di una campagna vigorosa che denunciava la fornitura di infrastrutture della società negli insediamenti illegali israeliani.

Amici della Terra Internazionale si unisce alla crescente campagna BDS
Il mese di gennaio ha visto anche Amici della Terra Internazionale segnalare il proprio sostegno alla campagna contro la società idrica statale israeliana Mekorot e ad altre campagne di boicottaggio e disinvestimento.

Il Cantante norvegese Moddi annulla un concerto in programma in Israele
La sua decisione è stata in risposta diretta ad una forte campagna sui social media guidata da attivisti BDS a Gaza.

Leggi tutto: Le cose incredibili che siamo riusciti a fare insieme nel 2014 - Comitato Palestinese per il BDS

Una dozzina di città italiane hanno aderito all’appello di BDS Italia per un mese di iniziative di sensibilizzazione e boicottaggio dei prodotti israeliani e delle aziende complici durante lo shopping natalizio. Le iniziative invitavano a non contribuire all’economia israeliana di colonialismo e oppressione e a sostenere la campagna palestinese di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS) contro Israele.

Le città di Potenza e Palermo hanno organizzato iniziative di sensibilizzazione. A Cagliari ci sono stati per sette giorni banchetti informativi davanti alla Rinascente e in centro città che invitavano a non regalare l’apartheid israeliana.

nataleapartheidfree-cagliariCagliari

A Firenze due passeggiate di attiviste/i con cartelli “sandwich” nelle strade dello shopping hanno informato le persone in cerca di regali sui prodotti da boicottare. A Massa, Carrara e Sarzano iniziative per il boicottaggio dei gasatori per l’acqua frizzante della Sodastream, ditta israeliana che trae profitti dall’occupazione.

nataleapartheidfree-firenzeFirenze

A Roma, è stata organizzata una giornata di boicottaggio a tre tappe, con azioni contro i prodotti cosmetici israeliani di Sabon, i gasatori di Sodastream e le stampanti e computer dell’HP, che fornisce sistemi informatici all’esercito israeliano.

A Bologna, due iniziative hanno attirato l’attenzione con regali dell’apartheid israeliana sotto l'albero di Natale in centro città mentre Babbo Natale distribuiva volantini sui prodotti da boicottare.

nataleapartheidfree-bolognaBologna

Un flash mob a Milano ha chiesto all’Esselunga di cessare la vendita di prodotti israeliani e di togliere dal catalogo premi i prodotti Sodastream.

Mentre a Trieste un presidio ha invitato commercianti a non vendere e consumatori a non comprare i prodotti israeliani. E a Torino, un’azione di deshelving ha svuotato gli scafali dei prodotti agricoli israeliani, i gasatori della Sodastream e le cartucce di inchiostro dell’HP all’ipermercato della Carrefour. 

Iniziative per promuovere il boicottaggio dei prodotti israeliani si sono tenute in molti paesi del mondo. Il Comitato nazionale palestinese per il BDS ha distribuito biglietti di Natale per il boicottaggio a Betlemme.

biglietti-natale-bnc

 

In Norvegia, Babbo Natale ha restituito ai negozi i prodotti Sodastream trovati nel sacco.

E dalla Catalunya arriva un video geniale del presepe sotto occupazione.

In tutto il mondo, crescono le azioni per il boicottaggio di Israele, contro le violazioni dei diritti umani e della legalità internazionale, a sostegno della lotta della popolazione palestinese per la libertà, la giustizia e l’uguaglianza.

Buone feste, e boicotta Israele fino a quando la Palestina non sarà libera.

BDS Italia

Fai una donazione al Comitato Nazionale Palestinese per il BDS

Questa estate Israele ha dato corso al suo massacro più sanguinoso di palestinesi nella Striscia di Gaza, come ancora non si era mai visto. Sono stati uccisi più di 2.190 palestinesi mentre Israele ha deliberatamente preso di mira civili e infrastrutture civili.

Ma il 2014 ha visto anche livelli senza precedenti di solidarietà con la lotta palestinese. Centinaia di migliaia di persone sono scese in strada per protestare contro l'attacco israeliano a Gaza, e il movimento per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS) si è guadagnato il sostegno di massa da parte di persone e organizzazioni in tutto il mondo.

Grazie alle costanti e creative campagne di attivisti di tutto il mondo, il movimento BDS sta cominciando ad avere un effetto reale.

Esportatori israeliani si lamentano di quanto sia sempre più difficile per loro esportare i propri prodotti a causa della crescita del boicottaggio.

Leggi tutto: Aiuta il movimento BDS a raggiungere nuove vette: Raccolta fondi dalla Palestina

Con l’acquisto dei prodotti israeliani ti rendi complice della violazione dei diritti umani, del diritto internazionale e finanzi l’occupazione, l’oppressione e l’apartheid israeliane.

Con un gesto etico puoi dire NO a questa economia di guerra e sostenere il popolo palestinese.

Partecipa al Mese di Mobilitazione per un #NataleApartheidFree: dal 29 Novembre al 24 Dicembre 2014! Organizza iniziative di boicottaggio e sensibilizzazione nella tua città: banchetti con volantinaggio, flash mob dentro centri commerciali/negozi, canti natalizi riadattati.

» Scarica il volantino finta pubblicità con i prodotti da boicottare

» Evento Facebook

Azioni in programma a Bologna, Cagliari, Firenze, Massa CarraraMilano, Palermo, PotenzaRoma, Sarzana, Torino, Trieste.

» Comunica le iniziative a BDS Italia per essere elencate sul nostro sito: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Di seguito i prodotti da boicottare e link a volantini, immagini e altro materiale.

QUESTO NATALE FAI LA TUA PARTE: NON REGALARE L’APARTHEID!

Leggi tutto: #NataleApartheidFree - Dal 29.11 al 24.12, un mese di azioni di boicottaggio dei prodotti...

Teva Pharmaceutical Industries LTD. è una compagnia farmaceutica israeliana presente anche in Italia, insieme alle sue consociate Ratiopharm e Dorom, leader di mercato dei farmaci generici.

Come Teva trae vantaggio dall’occupazione dei Territori Palestinesi?

Come risultato del Protocollo di Parigi i farmaci venduti nel TPO, con l'eccezione di quelli fabbricati in loco, devono essere approvati in Israele. Al contrario, nonostante il carattere bilaterale del Pacchetto Doganale, i prodotti farmaceutici palestinesi non possono essere registrati in Israele per "motivi di sicurezza". La "libera circolazione" delle merci, quindi, è unilaterale, da Israele al TPO, e gli standard sono fissati secondo gli interessi di Israele. 

Leggi tutto: Campagna di boicottaggio farmaceutico contro Teva, Ratiopharm e Dorom: un farmaco deve portare...

Altri articoli...

  1. Comunicato di adesione alla manifestazione nazionale del 13 Settembre in Sardegna: mobilitatevi contro le esercitazioni militari congiunte con le forze aeree israeliane
  2. Linee guida del PACBI per il boicottaggio accademico internazionale di Israele (rivedute a Luglio 2014)
  3. Foto-appelli da Gaza: Italia, NON addestrare i piloti che ci bombardano
  4. 8 modi per sostenere la Palestina attraverso il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele

Pagina 1 di 12

BDS Italia su Facebook

bdsitalia RT @ISMPalestine: Five Palestinians Kidnapped by Israeli forces In Hebron, Many Injured #Hebron #Palestine http://t.co/0Lrz7CrWMh http://t.…
4hreplyretweetfavorite
bdsitalia RT @mostafasalameh: Going up to the top of Africa with @BDSJordan @BDSmovement @MaryNazzal http://t.co/GMmQGjBByF
4hreplyretweetfavorite
4hreplyretweetfavorite

Iscrizione newsletter

Email (*)

Invalid Input

Invalid Input

Tags

Il Movimento BDS

PACBI

BDS in Israele

Il Movimento BDS