• Una compagnia dell'acqua olandese cessa i rapporti con la Mekorot seguendo i consigli del governo

    Comunicato del Comitato Nazionale Palestinese del BDS Il Comitato Nazionale Palestinese del BDS (BNC), la più ampia coalizione della società civile palestinese, applaude la Vitens, il più ampio fornitore di Read More
  • Un crescendo di boicottaggi sta conducendo Israele all’isolamento internazionale

    Attivisti e diplomatici occidentali stanno facendo fuoco contro gli insediamenti di Israele nei Territori palestinesi e, se i colloqui di pace fallissero, la pioggia di boicottaggi e sanzioni potrebbe trasformarsi Read More
  • Roger Waters sulla musica, il ruolo politico degli artisti ed il suo impegno per la Palestina

    La musica, il ruolo politico degli artisti ed il suo attivismo per la giustizia nel mondo, compresa la Palestina.  Frank Barat*: Quando hai preso la decisione di rendere così politico Read More
  • La conferenza sulla storia orale all’Università Ebraica a Gerusalemme subisce due forti colpi

    Comunicato della Campagna per il boicottaggio della Conferenza sulla storia orale all'Università Ebraica di Gerusalemme Siamo lieti di annunciare che la “Conferenza internazionale sulla storia orale” prevista per giugno 2014 e Read More
  • Al Haq: Fondati motivi per ritenere Pizzarotti & C. SpA responsabile di crimini di guerra

    L’organizzazione palestinese per i diritti umani Al Haq ha pubblicato un parere legale sul coinvolgimento della Pizzarotti & C. SpA nella costruzione del treno ad alta velocità Tel Aviv – Gerusalemme Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

BDS Italia

Omar Barghouti, tra i fondatori del movimento guidato dalla società civile palestinese per il boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro Israele, sarà in Italia per tre incontri pubblici a Roma, Torino e Bologna.

Il movimento BDS è attivo a livello internazionale e riceve di continuo nuove adesioni e appoggio da parte di singoli, di istituzioni e di gruppi e si sta dimostrando uno strumento efficace per fare pressione su Israele perché cessi l'apartheid e riconosca i diritti dei palestinesi.

Invitiamo a partecipare agli eventi con Omar Barghouti in Italia!

» Roma: Con-Fronti democratici. Politiche di boicottaggio, sanzione e disinvestimento nel conflitto israelo-palestinese

Mercoledì, 18 marzo 2015, ore 17.00

Intervengono:
A favore - Omar Barghouti, co-fondatore del movimento BDS
Contrario - Fabio Nicolucci, autore di "La sinistra e Israele"
Modera: Prof.ssa Barbara Pisciotta

Università Roma Tre
Aula 3b (III Piano), Dipartimento di Scienze Politiche
Via G. Chiabrera, 199

Organizzato dal Sindacato Universitario Studenti AllaTerza
Contatti: www.studentiallaterza.it/contattaci/

» Torino: Quale contributo possono dare i popoli alla soluzione del conflitto in Medio Oriente?

Giovedì, 19 marzo 2015, ore 17.30

Intervengono:
Omar Barghouti 
Moni Ovadia  Video intervento 
Modera Roberto Beneduce (Università di Torino)

Università di Torino, Campus Luigi Einaudi
Lungodora Savona 100   Aula A4

Organizzato da Dipartimento CPS (Culture Politica Società) Università di Torino.
Aderiscono ARCI, Associazione Frantz Fanon, Centro Sereno Regis, Operazione Colomba, Pax Christi, "Campagna Ponti e non Muri"
Contatti:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

» Bologna: "I Rapporti tra l'Unione Europea ed Israele"

Venerdì, 20 marzo 2015, ore 18

Omar Barghouti (BNC – Movimento BDS Internazionale, Co-Fondatore del PACBI)
Luisa Morgantini (Assopace Palestina – già Vicepresidente del Parlamento Europeo)
Modera Leonardo Barcelò (Consigliere Comune Di Bologna)

Sala Renzo Imbeni, Palazzo Comunale, P.zza Maggiore 6

Organizzato da Coordinamento Campagna BDS Bologna e Assopace Palestina Bologna
Contatti: bds_bologna@inventati.org

"È da tempo che dico che la migliore speranza per i palestinesi non sta a livello governativo o attraverso le Nazioni Unite, ma piuttosto nella campagna per il boicottaggio, il disinvestimento e le sanzioni contro Israele". -- Richard Falk, Ex-relatore speciale dell'ONU per i diritti umani nei territori Palestinesi occupati

BDS Italia
www.bdsitalia.org
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Seguici anche su Facebook e Twitter:
www.facebook.com/BDSItalia
@bdsitalia

Israeli Apartheid Week 2015 è un evento internazionale organizzato ogni anno all'interno delle università per denunciare il regime di apartheid attuato da Israele nei confronti dei palestinesi nei Territori Occupati e in Israele.

Le date vanno da fine febbraio a metà marzo.

Iniziative in Italia in programma a BolognaCagliari, MilanoNapoli, Roma, TorinoTortora Marina (CS) e Trieste

Partecipa alla settimana contro l’apartheid israeliana!

  • Organizza proiezioni di film o incontri sulla Palestina.
  • Organizza proteste o azioni di boicottaggio
  • Partecipa online per diffondere la settimana contro l’apartheid israeliana. Utilizza l’hashtag #IsraeliApartheidWeek
  • Fai uso della tua creatività! Richiama l'attenzione all’apartheid israeliana riproducendo checkpoint o il Muro dell'Apartheid. Organizza flash mob, azioni creative e letture di poesie.

Vedi il sito internazionale per altro materiale utile.

» Comunica le iniziative in programma a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per essere elencate sul nostro sito e su quello internazionale. 

La Settimana contro l'Apartheid Israeliana (Israele Apartheid Week - IAW) è stata lanciata da studenti attivisti presso l'Università di Toronto nel 2005 e da allora si diffuse in città in tutto il mondo, comprese le città in Palestina e in Sudafrica. Siamo una rete globale di gruppi studenteschi, di giovani e della società civile che lavorano per costruire la Settimana contro l'Apartheid Israeliana come parte delle azioni in tutto il mondo in solidarietà con il popolo palestinese.

Principi di base

Il fine della IAW è quello di educare i cittadini circa la natura d'apartheid dello stato d'Israele contribuendo a rafforzare campagne per il Boicottaggio il Disinvestimento e le Sanzioni (BDS) contro Israele.

Desideriamo dare il nostro contributo circa la comprensione di Israele quale stato d'apartheid. I cittadini palestinesi sono esclusi dal controllo e dallo sviluppo di più del 90% delle terre, vengono discriminati negli aspetti più basilari e quotidiani della loro vita: educazione, sistema sanitario, servizi pubblici, pubblico impiego, semplicemente perché sono palestinesi. I palestinesi che furono espulsi nel 1948 e nel 1967 non possono tornare alle proprie case e alle proprie terre e allo stesso tempo qualsiasi persona ebrea nel mondo ha il diritto di trasferirsi a vivere in Israele ricevendo automaticamente la cittadinanza israeliana. Nella Cisgiordania occupata e nella Striscia di Gaza i palestinesi vivono sottoposti a una legge militare discriminatoria, distribuiti in bantustans isolati tra loro e circondati dal muro.

Leggi tutto: #IsraeliApartheidWeek – Settimana contro l'Apartheid Israeliana 2015

Estratti video dell'incontro con Ilan Pappé e Moni Ovadia tenutosi a Roma il 16 febbraio

Ilan Pappé: Un ospite che occupa la casa è un invasore 

Ilan Pappé: Antisionismo è anticolonialismo, gli accademici ne prendano atto

Moni Ovadia: non è antisemita chi pone problemi su questione palestinese

Moni Ovadia: Petizione a Mattarella contro divieto a Pappé di parlare a Roma 3

Per i palestinesi e le persone di coscienza in tutto il mondo il 2014 sarà ricordato come l'anno in cui Israele ha compiuto la sua più sanguinosa strage dei palestinesi nella Striscia di Gaza assediata.

Ma il 2014 è stato anche un anno di lotta che ha visto proseguire la resistenza, livelli senza precedenti di solidarietà internazionale con la Palestina e enormi passi in avanti per il movimento di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS).

Ecco la nostra rassegna di alcuni dei principali sviluppi del BDS nel 2014. Il Comitato Nazionale palestinese per il BDS (BNC), la coalizione di organizzazioni della società civile palestinese che si impegna a guidare e sostenere il movimento BDS, ringrazia vivamente ogni persona che ha sostenuto e contribuito al movimento quest'anno.

Se potete, vi chiediamo di fare una donazione per la nostra prima raccolta fondi. Ci aiuterà a produrre materiale e ricerche di cui il nostro movimento ha bisogno per avere un impatto ancora maggiore nel corso del 2015.

Gennaio - Scarlett Johansson aiuta a portare il BDS al centro dell’attenzione

2014-janL'anno si è aperto con una polemica internazionale sulla decisione della star di Hollywood Scarlett Johansson di diventare ambasciatrice del marchio per SodaStream, il produttore israeliano di macchine per l’acqua gasata che ha una fabbrica in un insediamento illegale israeliano.

La mossa ha attirato particolare attenzione perché la star di Lost in Translation era anche un’ambasciatrice di Oxfam, una ONG internazionale che condanna gli insediamenti illegali israeliani. Su Oxfam si è esercitata un’enorme pressione affinché scaricasse Johansson e criticasse pubblicamente la sua decisione.

Alla fine è stata Johansson a porre fine alla saga quando si è dimessa come rappresentante di Oxfam, ma non prima che le immagini circa il suo sostegno al regime di apartheid israeliano siano diventate fenomeni su internet e social media e che il movimento BDS abbia avuto livelli di attenzione senza precedenti da parte dei media internazionali. Il prezzo delle azioni di SodaStream ha subito il primo di tanti colpi.

Il gigante dei fondi pensione olandesi disinveste dalle banche israeliane
In una mossa che ha posto le basi per altri fondi europei a seguire l'esempio più avanti nel corso dell'anno, il fondo pensione olandese PGGM ha annunciato il disinvestimento di decine di milioni di euro da cinque delle più grandi banche di Israele a causa del loro profondo coinvolgimento nei crimini di Israele contro i palestinesi. Il fondo gestisce le pensioni di 2,5 milioni di persone.

Veolia perde un contratto da $ 4,5 miliardi a Boston
Gli attivisti a Boston hanno festeggiato dopo che la multinazionale francese Veolia ha perso un contratto da 4,5 miliardi di dollari a seguito di una campagna vigorosa che denunciava la fornitura di infrastrutture della società negli insediamenti illegali israeliani.

Amici della Terra Internazionale si unisce alla crescente campagna BDS
Il mese di gennaio ha visto anche Amici della Terra Internazionale segnalare il proprio sostegno alla campagna contro la società idrica statale israeliana Mekorot e ad altre campagne di boicottaggio e disinvestimento.

Il Cantante norvegese Moddi annulla un concerto in programma in Israele
La sua decisione è stata in risposta diretta ad una forte campagna sui social media guidata da attivisti BDS a Gaza.

Leggi tutto: Le cose incredibili che siamo riusciti a fare insieme nel 2014 - Comitato Palestinese per il BDS

Una dozzina di città italiane hanno aderito all’appello di BDS Italia per un mese di iniziative di sensibilizzazione e boicottaggio dei prodotti israeliani e delle aziende complici durante lo shopping natalizio. Le iniziative invitavano a non contribuire all’economia israeliana di colonialismo e oppressione e a sostenere la campagna palestinese di boicottaggio, disinvestimento e sanzioni (BDS) contro Israele.

Le città di Potenza e Palermo hanno organizzato iniziative di sensibilizzazione. A Cagliari ci sono stati per sette giorni banchetti informativi davanti alla Rinascente e in centro città che invitavano a non regalare l’apartheid israeliana.

nataleapartheidfree-cagliariCagliari

A Firenze due passeggiate di attiviste/i con cartelli “sandwich” nelle strade dello shopping hanno informato le persone in cerca di regali sui prodotti da boicottare. A Massa, Carrara e Sarzano iniziative per il boicottaggio dei gasatori per l’acqua frizzante della Sodastream, ditta israeliana che trae profitti dall’occupazione.

nataleapartheidfree-firenzeFirenze

A Roma, è stata organizzata una giornata di boicottaggio a tre tappe, con azioni contro i prodotti cosmetici israeliani di Sabon, i gasatori di Sodastream e le stampanti e computer dell’HP, che fornisce sistemi informatici all’esercito israeliano.

A Bologna, due iniziative hanno attirato l’attenzione con regali dell’apartheid israeliana sotto l'albero di Natale in centro città mentre Babbo Natale distribuiva volantini sui prodotti da boicottare.

nataleapartheidfree-bolognaBologna

Un flash mob a Milano ha chiesto all’Esselunga di cessare la vendita di prodotti israeliani e di togliere dal catalogo premi i prodotti Sodastream.

Mentre a Trieste un presidio ha invitato commercianti a non vendere e consumatori a non comprare i prodotti israeliani. E a Torino, un’azione di deshelving ha svuotato gli scafali dei prodotti agricoli israeliani, i gasatori della Sodastream e le cartucce di inchiostro dell’HP all’ipermercato della Carrefour. 

Iniziative per promuovere il boicottaggio dei prodotti israeliani si sono tenute in molti paesi del mondo. Il Comitato nazionale palestinese per il BDS ha distribuito biglietti di Natale per il boicottaggio a Betlemme.

biglietti-natale-bnc

 

In Norvegia, Babbo Natale ha restituito ai negozi i prodotti Sodastream trovati nel sacco.

E dalla Catalunya arriva un video geniale del presepe sotto occupazione.

In tutto il mondo, crescono le azioni per il boicottaggio di Israele, contro le violazioni dei diritti umani e della legalità internazionale, a sostegno della lotta della popolazione palestinese per la libertà, la giustizia e l’uguaglianza.

Buone feste, e boicotta Israele fino a quando la Palestina non sarà libera.

BDS Italia

Altri articoli...

  1. Aiuta il movimento BDS a raggiungere nuove vette: Raccolta fondi dalla Palestina
  2. #NataleApartheidFree - Dal 29.11 al 24.12, un mese di azioni di boicottaggio dei prodotti israeliani!
  3. Campagna di boicottaggio farmaceutico contro Teva, Ratiopharm e Dorom: un farmaco deve portare con sè un certo valore etico!
  4. Comunicato di adesione alla manifestazione nazionale del 13 Settembre in Sardegna: mobilitatevi contro le esercitazioni militari congiunte con le forze aeree israeliane

Pagina 1 di 12

BDS Italia su Facebook

bdsitalia French firms pulls out of Jerusalem cable car after government warning http://t.co/e9ObMw6gEP
3hreplyretweetfavorite
bdsitalia Imprese francesi si ritirano dal progetto per la funivia a Gerusalemme dopo avvertimenti del governo http://t.co/8eDGQjwLOF
3hreplyretweetfavorite
bdsitalia Foto, video di Omar Barghouti in Italia: la crescita della campagna #BDS http://t.co/TEhh9hxK6A
3hreplyretweetfavorite

Iscrizione newsletter

Email (*)

Invalid Input

Invalid Input

Tags

Il Movimento BDS

PACBI

BDS in Israele

Il Movimento BDS

PACBI